CHIUDI
Questo sito utilizza cookie come descritto nella Cookie Policy e nella Privacy Policy.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Vi preghiamo di prendere visione delle tipologie di cookie utilizzati da questo sito.
Circolo Schermistico Aretino
CHIUDI
Questo sito utilizza cookie come descritto nella Cookie Policy e nella Privacy Policy.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Vi preghiamo di prendere visione delle tipologie di cookie utilizzati da questo sito.
 Circolo Schermistico Aretino
mercoled 16 agosto 2017  
BENVENUTI NEL SITO DEL CIRCOLO SCHERMISTICO ARETINO, LA SCHERMA AD AREZZO DAL 1949
Home Federazione Italiana Scherma Coni

 Home


 C.S. Aretino

 - Un po' di storia

 - Dove siamo

 - La palestra

 - La palestra in 3D NEW

 - Corsi ragazzi

 - Corsi adulti

 - Staff

 - Atleti

 - Medagliere NEW

 - Foto Gallery

 - Dicono di noi

 - Contatti

 - Links


Circolo Schermistico Aretino on Facebook

Circolo Schermistico Aretino on Twitter

Circolo Schermistico Aretino on YouTube

Un mese di aprile strepitoso per la scherma aretina, Francesco Vannucci campione italiano
La squadra di fioretto femminile promossa in serie A2. Marco Vannucci, Camilla Rossi e Lucia Lorito protagonisti in Coppa Italia Cadetti.

Il mese di aprile per il Circolo Schermistico Aretino è di quelli che difficilmente si dimenticano. La ciliegina sulla torta la mette Francesco Vannucci che sabato 30 aprile, ai campionati Italiani Under 14 di Riccione, dopo due secondi posti consecutivi nel 2015 e nel 2014, trova la gara perfetta e si aggiudica il titolo di fioretto. La gara di Francesco è strabiliante, percorso netto nella fase a gironi con 6 vittorie su 6 assalti. I primi due turni di eliminazione diretta, per l’accesso nei 64 e nei 32, non creano problemi al nostro fiorettista che non concede più di 4 e 6 stoccate ai suoi avversari. Contro il barese Fiore, Vannucci trova le prime difficoltà, in svantaggio di qualche stoccata nelle prime battute del match trova l’azione giusta per rimontare e vincere per 15 a 12. L’assalto per gli 8 è contro il veronese Troiani che, poco più di un mese fa, nella fase nazionale del Gran Premio Giovanissimi, aveva sconfitto Francesco. Questa volta l’assalto prende tutta un’altra piega; Vannucci non sbaglia niente e lascia le briciole all’avversario, il punteggio finale si fissa sul 15 a 2. Tra Francesco Vannucci ed il podio c’è l’ostico livornese Elia Sardelli, ma l’assalto sembra la copia del precedente. Subito avanti il nostro fiorettista blocca ogni tentativo di rimonta del livornese ed anche qui il punteggio finale non lascia spazio a dubbi: 15 a 6 in nostro favore. Matteo Panazzolo, della Comini Padova, è lo schermitore da affrontare in semifinale. Avversario ostico e molto veloce che recentemente aveva sconfitto Francesco. Anche questa volta è il veneto a prendere il largo, complice qualche errore di Vannucci si va sullo 0 a 5 in poco più di un minuto. Francesco accenna ad una rimonta, ma il padovano non si fa sorprendere e si porta sul 14 a 9. È adesso che Vannucci sfodera tutta la sua classe e, come poi dichiarerà nell’intervista post-gara, “pensando di essere sullo 0 a 0” piazza una serie di colpi di gran classe che lo portano sul 14 pari. Una indecisione sull’attacco di Panazzolo, che Francesco non si fa sfuggire, gli concede la quindicesima stoccata e l’ingresso in finale. Rimane Tommaso Martini (Club scherma Agliana) tra Francesco ed il titolo. Il match è a senso unico, subito avanti il nostro fiorettista vince per 15 a 5 e porta ad Arezzo il titolo nazionale. Nella stessa gara hanno ottenuto un buon piazzamento anche Edoardo Bruschi (25°) ed Andrea Solinas (37°).
L’altro acuto, sempre ai campionati Italiani under 14 è quello di Carlo Maria Zucchi, nel fioretto giovanissimi. Anche per lui percorso netto nella fase a gironi ed ingresso nei primi 16 uscendo poi di scena per mano del livornese Isolani, poi vincitore della gara.

Andando a ritroso di una settimana, è la prestazione della squadra di fioretto femminile, composta da Gaia Fratini, Lucia Lorito, Camilla Rossi e Maddalena Valacchi a fare notizia. La squadra era in gara a Caorle, nei Campionati Italiani a squadre di fioretto serie B1. In palio la promozione in serie A2, dove la squadra di fioretto maschile milita già da qualche anno. Nonostante la squadra fosse molto giovane: due under 17, una under 20 ed una assoluta, l’avvio di gara è decisamente buono. Due vittorie per 45 a 27 contro Treviso e per 45 a 29 contro Terni piazzano le nostre al primo posto nella classifica provvisoria. La squadra da affrontare per l’accesso alle semifinali è Gallarate. Le nostre dimostrano di essere una squadra solida ed affiatata e concedono solo 17 stoccate alle lombarde. In semifinale la squadra da affrontare è Pesaro, un team giovane, ma molto competitivo. Le nostre fiorettiste vanno subito avanti e le marchigiane non riescono a riportarsi in parità. L’assalto è in discesa per la squadra amaranto che vince per 45 a 18. Niente da fare in finale contro la fortissima squadra mestrina che, dopo un buon inizio delle nostre che si portano in vantaggio di qualche stoccata, le raggiungono ed incrementano il vantaggio fino alla conclusione del match. Alla squadra aretina va la medaglia d’argento e la meritatissima promozione in serie A2.

Andando ancora indietro di una settimana sono gli under 17, le prime lame e gli esordienti i protagonisti del weekend di gara. Venerdì 15 aprile, ad Adria nella Coppa Italia Cadetti, è il palio l’accesso alla fase finale del Campionato Italiano in programma nel mese di maggio ad Acireale. Il Circolo Schermistico Aretino cala il tris nel fioretto qualificando tutti e tre gli atleti in gara. In campo maschile è ottima la prova di Marco Vannucci che chiude il girone con tutte vittorie, supera facilmente le eliminazioni dirette per entrare nei primi 16 e cede solo l’assalto valido per l’ingresso negli 8 per mano del montebellunese Campagna. Tra le femmine spicca il bronzo di Camilla Rossi ed il 16° posto di Lucia Virginia Lorito che centra la qualificazione già al primo anno tra le under 17. La gara di Camilla è quasi perfetta, anche per lei percorso netto nel girone all’italiana. Il primo turno di eliminazione diretta contro la romana Tiso è poco più di una formalità (15-6).  Molto buono anche il match per le 16, contro la comense Cantaluppi che Camilla vince per 15 a 9. Per le 8 l’avversaria è la jesina Manzoli. La Rossi va sotto di qualche stoccata, ma riesce a recuperare e staccare l’avversaria nel finale dell’incontro chiudendo per 15 a 12. La padovana Furlan separa la nostra portacolori dal podio. Il match prende subito la piega giusta, l’aretina impone il proprio ritmo e la veneta non trova mai spazio nella solida difesa della Rossi che vince per 15 stoccate a 6. Di nuovo una comense, Sofia Bottazzo, è l’avversaria da affrontare in semifinale. L’assalto della nostra fiorettista è altalenante, alcune stoccate pregevoli alternate a qualche calo di concentrazione che la Bottazzo sfrutta puntualmente. Camilla perde per 15 a 11 e conquista un ottimo bronzo che lascia buone speranze per la fase finale dei campionati italiani.

Nemmeno il tempo per riprendere fiato che il sabato e la domenica successivi, a Siena, gli Under 14, gli esordienti (nati nel 2007) e le prime lame (nati nel 2006) erano in gara rispettivamente nel trofeo Granducato e nel trofeo Estra di fioretto. Tra gli under 14 Carlo Maria Zucchi centra un 6° posto nella categoria maschietti/giovanissimi che vedeva in pedana tutti i migliori del ranking nazionale.
Tra i più piccoli è la prestazione di squadra ad impressionare. Tutti i nostri giovani fiorettisti hanno dimostrati di aver fatto passi da gigante che fanno sorridere i tecnici in vista della prossima stagione agonistica. E così, grazie alla prestazione di Pietro Latini, Leonardo Paggetti, Caterina Brogi e Matilde Giovannelli tra gli esordienti e di Emma Bigazzi, Anna Ceccarelli, Edoardo Camorri, Annagiulia Vanni, Anna Vedovini, Camilla Conti e Margherita Petruzzi tra le prime lame, il Circolo Schermistico Aretino si aggiudica il primo posto nella classifica per società.

Siamo arrivati al primo weekend di aprile, l’inizio di questa striscia interminabile di emozioni che ci hanno tenuto con il fiato sospeso per tutto il mese. L’occasione è la Coppa Italia assoluta fase Regionale di Carrara valida per la qualificazione alla Coppa Italia Nazionale di Ancona. Nella prima giornata sono la spada di Marco Vannucci ed il fioretto di Camilla Rossi a brillare. Marco in una gara molto numerosa e difficile come la spada porta a casa un gran bronzo e si mette in tasca la qualificazione. Qualifica centrata anche per Camilla che si aggiudica la medaglia d’argento. A completare questi due ottimi risultati c’è l’8° posto di Niccolò Piantini nel fioretto, anche lui qualificato per la fase nazionale ed ancora l’8° posto di Camilla nella spada. Oltre a Marco, Niccolò e Camilla, a staccare il pass per Ancona sono anche Dino Vannucci sia nel fioretto che nella spada, Erik Peruzzi nel fioretto e Chiara Rosati nella spada.



Questo articolo stato letto 648 volte


Share on facebook  
 


Banca Etruria

ArezzoScherma.com sviluppato da THE DIGITAL FACTORY 2017

ArezzoScherma.com è ospitato nei server di ar@n Informatica - Arezzo

Cookie Policy | Privacy Policy